Orione

Osserviamo il cielo


Condividi:
La costellazione di Orione è una delle più famose e riconoscibili nel cielo. E' una costellazione tipicamente invernale, visibile anche a tarda notte in autunno. A novembre la si può vedere già sorta ma abbastanza bassa sull'orizzonte a sud-est prima della mezzanotte. Culmina poi in cielo (cioè raggiunge l'altezza più elevata sull'orizzonte) a mezzanotte a metà dicembre, mentre a gennaio e febbraio si può vedere alta sull'orizzonte prima della mezzanotte. A marzo la si può vedere tramontare verso sud-ovest prima della mezzanotte. Nei mesi successivi diventerà invisibile, perché sarà raggiunta dal Sole, che vi passerà sopra a giugno, e dunque sarà sopra l'orizzonte in pieno giorno.
Essendo formato da stelle luminose e disposte in una figura riconoscibile, l'asterismo di Orione, che ricorda una clessidra, si può individuare facilmente nel cielo.
La clessidra
Fig.1 - La clessidra di Orione.

Le stelle principali di Orione sono molto luminose e di colore diverso: Rigel, in basso a destra, è di colore azzurro, essendo molto calda, mentre Betelgeuse, in alto a sinistra è di colore arancio, essendo più fredda. Le tre stelle al centro costituiscono la cintura di Orione; le altre due stelle ai vertici della clessidra sono Bellatrix (in alto a destra) e Saiph (in basso a sinistra), meno luminose di Rigel e Betelgeuse.
Al di fuori di Orione, si riconosce facilmente, in basso a sinistra, Sirio, essendo la stella più luminosa del cielo. In alto a destra troviamo invece Aldebaran nel Toro, simile a Betelgeuse quanto a colore, ma un po' meno luminosa (è di magnitudo 0,84 contro 0,43 di Betelgeuse). Ancora in alto a destra rispetto ad Aldebaran si trovano, al di fuori dalla mappa, le Pleiadi, un gruppetto di stelle vicinissime tra loro. In alto a sinistra rispetto a Betelgeuse troviamo invece i Gemelli.
Poiché in alto appena sopra Orione passa l'eclittica, a volte possiamo notare da quella parte la presenza di "intrusi". Se per caso in alto a sinistra rispetto alla clessidra, vicino ai Gemelli, vedessimo una stella ancora più luminosa, e persino più luminosa di Sirio, potremmo star sicuri che non si tratta di una stella, ma del pianeta Giove.
Anche la Luna può passare sopra Orione, come farà il 16 dicembre 2013, il 12 gennaio, il 9 febbraio e l'8 marzo 2014.