L'Ascendente

Calcolo dell'ascendente




Condividi:
I dodici Segni zodiacali
L'Ascendente di una persona è il Segno Zodiacale che stava sorgendo ad est al momento della sua nascita.
Per calcolarlo bisogna conoscere luogo, anno, giorno e ora di nascita.

E' possibile che il proprio Segno zodiacale coincida con l'Ascendente? Sì, se si è nati verso le sei del mattino: infatti in quel momento il Segno in cui si trova il Sole, e che verso mezzogiorno avrebbe culminato a sud, stava sorgendo ad est.
Se invece si è nati verso le sei di sera, il proprio Ascendente coinciderà con il Segno opposto, cioè quello che nel calendario si trova sei mesi prima (o dopo) il proprio.

Per conoscere l'Ascendente, è necessario passare dall'ora di orologio (che è calcolata rispetto al Sole, cioè sul Tempo Solare) all'ora siderale (che è calcolata rispetto alle stelle e alle costellazioni, cioè sul Tempo Siderale): infatti la Terra gira su se stessa in 23 ore e 56 minuti (tempo siderale), mentre il giorno solare dura 24 ore (tempo solare): la differenza di 4 minuti è dovuta al fatto che la Terra compie anche una frazione della sua rivoluzione intorno al Sole (1/365° di un giorno, quindi circa 4 minuti).
Lo sfasamento tra tempo siderale e tempo solare fa sì che da un giorno all'altro alla stessa ora di orologio non si veda la stessa porzione di cielo, pertanto occorre ricostruire l'ora siderale della nostra nascita, per sapere quale costellazione zodiacale si trovava ad est in quel momento.
Dunque, nel corso dell'anno troveremo lo stesso cielo a orari diversi. Facciamo un esempio.
Cielo a sud il 23 settembre
La porzione di cielo che si vede a sud a mezzogiorno (all'una considerata l'ora legale) del 23 settembre (equinozio d'autunno)

Cielo a sud il 21 dicembre
La porzione di cielo che si vede a sud alle sei del mattino il 22 dicembre (solstizio d'inverno).
E' notte quindi le stelle sono visibili.


Cielo a sud il 21 marzo
La porzione di cielo che si vede a sud a mezzanotte il 21 marzo (equinozio di primavera)

Cielo a sud il 21 giugno
La porzione di cielo che si vede a sud alle sei del pomeriggio (alle sette considerata l'ora legale) il 21 giugno (solstizio d'estate).
E' giorno ma il sole è spostato verso ovest.

Come si vede, in un dato momento si vede lo stesso cielo che c'era tre mesi prima (= un quarto di anno), sei ore prima (= un quarto di giorno).

Per calcolare l'ora siderale, sarà necessario un software, o in alternativa si possono usare le apposite tabelle che ci dicono quante ore e minuti dobbiamo aggiungere all'ora di orologio per avere l'ora siderale stessa.
Per la precisione, il dato della tabella va poi corretto tenendo conto della località, quindi della latitudine, in cui si è nati: se si fosse nati al Polo Nord, il cielo sarebbe ben diverso che se si fosse nati all'Equatore!

In realtà, usando un software o una tabella, si scoprirebbe che la costellazione che si trovava ad est al momento della nostra nascita non coincide con il nostro Ascendente: infatti il Segno Zodiacale non coincide con la costellazione reale che è attraversata dal Sole in un dato momento, e ciò avviene a causa della precessione degli Equinozi, e della diversa estensione delle diverse costellazioni zodiacali rispetto alla sistemazione teorica data da Tolomeo.
Ad esempio, chi è nato il 10 settembre 1977 a Roma, è del Segno della Vergine ed è anche Ascendente Vergine, ma il Sole in quel giorno si trovava nella costellazione del Leone, pertanto alle sei del mattino la costellazione che stava sorgendo ad est era il Leone.